MAURO BIGLINO E L’INTERPRETAZIONE LETTERALE DELLA BIBBIA

Posted on 25 novembre 2012. Filed under: letteratura, scienza | Tag:, , , , , , , , , , , |

Il 25/11/2012 mi sono recato a Senigallia per assistere ad una conferenza di Mauro Biglino. Ma chi è Mauro Biglino?

Per chi non lo sapesse, è uno studioso di lingue antiche (in primis l’ebraico) che per lunghi anni ha tradotto i codici cosiddetti “sacri” per le Edizioni Paoline, ovvero la più importante casa editrice di stampo cristiano/cattolica, per mettersi poi a fare lo “scrittore”, come egli stesso si definisce. Per raccontare cosa? Il suo approccio è semplice: operare una traduzione letterale della Bibbia, depurata da secoli di convinzioni religiose ed 2012-11-24-17.50elaborazioni filosofico-teologiche, per vedere cosa davvero ci viene raccontato. Impresa comunque non semplice per tutta una serie di motivi che ci vengono spiegati in modo sintetico ma convincente: innanzitutto perché il testo originale è privo di vocali (infatti siamo in presenza di una lingua consonantica) e senza spazi tra le parole; poi perché ad un certo punto vennero inserite le vocali ma va’ a sapere se sono state inserite quelle giuste… pensate per esempio di inserire le vocali ad una semplice coppia di consonanti come MR: potremmo ottenere mare, Mauro, Mario, muro, mira, mora, Moira, mirra, marea, e chi più ne ha più ne metta! Infine perché, come vedremo, gli antichissimi scrittori avrebbero cercato di descrivere, con il vocabolario a disposizione dell’epoca, macchine per loro incomprensibili e perciò sarebbero stati costretti a ricorrere a perifrasi complicate e analogie ardite (immaginate di dover descrivere un aereo senza avere a disposizione il vocabolo stesso così come tutte i termini connessi al concetto di aviazione).

Subito dopo Biglino ha messo alcune cose in chiaro: lui non si occupa di teologia, non nega l’esistenza di un Dio, non si occupa di religione, ma solo di traduzione. In modo arguto, sottolinea come non ci sia nulla da temere da ciò che sta per dire, perché lui non è depositario di alcuna verità mentre le persone pericolose sono quelle che dicono di possedere la verità, soprattutto se questa verità viene dedotta da un libro talmente incasinato, incongruente, contraddittorio e ripetutamente modificato nel tempo come la Bibbia (il termine incasinato è una mia esemplificazione, non la parola letterale usata da Biglino, mi sembra doveroso precisarlo).

Insomma, a furia di traduzioni Mauro Biglino si è reso conto che, tradotta in modo letterale, la Bibbia (che per semplicità chiamiamo così anche se in realtà l’analisi di Biglino è limitata al vecchio testamento) racconta una storia ben diversa da quella che ci viene normalmente riferita; non solo, ma la traduzione letterale rende coerente il tutto e, per quanto le conclusioni cui Biglino perviene possano sembrare incredibili (e per certi versi lo sono), diventano spiegabili anche alcuni passaggi biblici altrimenti incomprensibili.

Per il dettaglio vi rimando alla lettura dei suoi libri, del suo blog e di altre risorse in rete facilmente trovabili tramite Google.

In sintesi, Biglino ci spiega che, secondo lui:

  • il termine elohim che viene tradotto in Dio, Signore eccetera, è in realtà plurale, il che da sé metterebbe in crisi qualsiasi approccio monoteista;
  • che il capo supremo degli elohim, tale Elyon, spartì la terra in zone comandate ognuna da un elohim;
  • in molti versetti biblici si trova conferma che gli elohim erano più di uno;
  • che i cherubini descritti nella Bibbia non hanno nulla a che vedere con gli angeli, ma erano macchine, alcune delle quali volanti e venivano cavalcate dagli elohim per spostarsi;
  • che gli angeli (diversi dai cherubini) erano messaggeri degli elohim;
  • che i sacerdoti erano esseri umani al servizio degli elohim (una specie di servitù);
  • che gli elohim erano extraterrestri inviati sulla terra per qualche motivo sconosciuto. La terra poteva persino essere una sorta di colonia penale cui erano stati condannati;
  • che gli elohim, pur vivendo in media molto più a lungo degli umani, erano comunque mortali e non erano di certo “buoni”, anzi erano guerrieri, gelosi e vendicativi;
  • che gli elohim crearono l’adam (l’uomo) grazie all’ingegneria genetica incrociando il loro DNA con quello degli ominidi già presenti sul pianeta;
  • eccetera…

Biglino (di cui avevo già letto un libro) dice molto altro che per mancanza di tempo e spazio non è possibile riportare, ma ribadisco che ciò che stupisce è l’estrema coerenza della traduzione da lui effettuata e del quadro complessivo che ne viene fuori. Rimane il dubbio, per me irrisolvibile, circa la qualità della sua traduzione. In rete alcuni demoliscono totalmente il suo lavoro (ci sarebbe stato da stupirsi del contrario).

Sentendo Biglino, mi viene in mente la religione raeliana e le sue bizzarre teorie circa la nascita della vita sulla terra, teorie abbastanza in linea con la traduzione letterale della Bibbia (rectius: vecchio testamento) effettuata dal nostro autore.

Al termine della conferenza, piuttosto lunga ed articolata, che curiosamente si è basata sul testo della Bibbia che ognuno ha in casa senza mai citare traduzioni alternative, ci sono state parecchie domande da parte del numeroso pubblico che affollava lo spazio messo a disposizione dal Comune di Senigallia.

Le teorie di Biglino sono alquanto strane, ma non poi così strampalate; e a chi obietta che sono inverosimili, si può tranquillamente ribattere dicendo che anche l’interpretazione religiosa ufficiale non è poi così verosimile. Quale poi? Quella cristiana, quella ortodossa, quella greca, quella copta…

Make a Comment

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

12 Risposte to “MAURO BIGLINO E L’INTERPRETAZIONE LETTERALE DELLA BIBBIA”

RSS Feed for CRONACHE AUTOMATICHE Comments RSS Feed

Scusa il dettaglio ma quali dieci comandamenti tra le varie centinaia? ti riferisci ai dieci specificati/sottolineati da JHWH stesso come riportato nel Codice di Leningrado? Tra i quali no capretto nel latte, il primogenito riservato, dona a me le primizie, etc. Oppure ai dieci comandamenti “scelti” dalla teologia ufficiale che hanno poi sostituito i suddetti? Saluti.

Scopo di ogni testo biblico non è descrivere la verità nei suoi dettagli.Essi sono stati scritti (molti dei quali evidentemente sotto ispirazione divina)per orientare il fedele sulla strada che conduce a Dio.Gesù nel Vangelo dice che deve dirci altre verità ma noi (l’umanità) non siamo ancora preparati.Quindi interpretando le parole di Gesù,all’uomo è stata rivelata solo parte della verità.Non è necessario però,per conquistarsi la vita eterna,conoscere tutte le verità riguardanti Dio e la sua creatura umana.Anzi, scervellandosi per capire tutto (pura illusione infantile)si rischia di perder di vista il messaggio biblico,che si impernia sui dieci comandamenti, che Dio ci ha dato per ottenere il raggiungimento del nostro traguardo terreno.Tutto il resto arricchisce la nostra cultura,pur facendoci rischiare di andare fuori strada, ma è solo dettaglio,forse pure inutile zavorra.

ok interessante per perdere tempo voglio scrivere una cosa:
Perchè doversi inventare una versione alternativa qualunque piuttosto che seguire il filo logico della bibbia per intero (testo ebraico e testo greco). Biglino crede in Dio perfetto: allora Gesù? E’ venuto o no Gesù?
Per chi ci crede:
Gesù ha fatto riferimento al testo ebraico (era l’unico testo della bibbia esistente prima della sua venuta) e lui non doveva affatto interpretare le “incasinate coppie di consonanti con le quali scirvevano gli ebrei” anzi era proprio la sua lingua che leggeva correttamente evidentemente. e non ha mai parla to di alieni dei multipli ma del solo vero dio… ecc…
Per chi non ci crede:
per qualche miliardo di persone siamo nel 2013 dopo quale alieno? Biglino crede in Dio dice. Ma non sembra affatto. In quale Dio crede? In un Dio che permette che i suoi “devoti” si affidino ad un libro che non è “farina del Suo sacco”? A che Dio crede? se a questo punto nemmeno la bibbia lo descrive? Ad un Dio suo immaginario? QUindi lo definirei piuttosto uno che ha una sua idea personale riguardo all’esistenza di un entità sconosciuta che lui chiama Dio e che a questo punto non sa nemmeno come si chiama dato che l’unico nome che l’intera bibbia attribuisce a Dio è Yahwèh ed invece lui asserisce che si riferisce ad altra entità… E quindi la domanda è perchè crede in un Dio che nemeno ci tiene a farsi conoscere da chi lo cerca?
se la bibbia (secondo lui) … non è il libro di Dio
ma il libro dove per migliaia di anni 40 scrittori che nemmeno si sono conosciuti descrivono gli alieni…
Allora fate proprio bene voi che non credete a continuare a non credere a nessun Dio.
Se ci fosse un Dio dovrebbe aver lasciato un segno di se altrochè!! lo hanno fatto gli alieni con le “armi al plasma…” non lo avrebbe fatto un Dio?
Benissimo allora Dio non c’è?
Benissimo allora come è venuto all’esistenza tutto ? si tutto , anche gli alieni di Biglino? e l’universo? e il big bang? cosa è scoppiato con il big bang se non c’era niente? e soprattuto che cosa c’era prima del big bang ???
NIENTE???
DIO???
Ci vuole piu o meno fede a credere a Dio che al NIENTE??

Massimiliano, sono perfettamente d’accordo con quanto scrivi.

Massimiliano, debbo aggiungere che tu stesso dicendo: se ci fosse un Dio avrebbe lasciato un segno di Se,fai capire Dio esiste perchè tutto ciò che vediamo non può essere che opera sua.

Aldo è ovvio… se segui il mio ragionamento infatti l’ho scritto dopo aver premesso “Per chi non crede… che DIo esista” ed era riferito al SOLO fatto che Biglino dice che la bibbia non è opera di Dio e che addirittura non parla di Dio ma di alieni …

CARO AMICO,
HO LETTO CON SERIETA’ E RISPETTO I DUE TESTI FONDAMENTALI DI BIGLINO (BENCHE I”L DIO ALIENO” NON FACCIA CHE RIPETERE CONCETTI DEL PRIMO LIBRO “IL LIBRO CHE CAMBIERA’…”
MA NON POSSO FARE A MENO DI VEDERE I LIMITI EVIDENTI DELLA SUA TEORIA:
1. DI FRONTE AD UNA AFFERMAZIONE COSI’ POTENTE CI VOGLIONO PROVE ALTRETTANTO POTENTI: NON C’è L’OMBRA DI UNA PROVA IN TERMINI DI RESTI, SCHELETRI CHE NON SIANO UN FALSO, MANUFATTI, APPARECCHIATURE, RAMPE DI LANCIO E ATTERRAGGIO, STAZIONI DI RIFORNIMENTO…
2. LA BIBBIA NON CITA NIBIRU
3. SE GLI ELOHIM SONO VENUTI PER ESTRARRE L’ORO, PERCHE’ DI QUESTA ATTIVITA’ NON SI FA MENZIONE NELLA BIBBIA? ANZI PARE CHE JAHVE’ SI SIA PROPRIO DIMENTICATO LO SCOPO DEL SUO VIAGGIO INTERPLANETARIO
3. SE ASHERA E’ LA COMPAGNA DI JAHVE’, PERCHE’ NON SE NE PARLA?
4. PERCHE’ CREARE RAZZE UMANE DIVERSE?
5. MA L’ARCA DELL’ALLEANZA E’ UNA RADIO O UN ORDIGNO NUCLEARE?
6. COME MAI GLI ELOHIM SPARISCONO IN SORDINA SENZA UN MINIMO COMMIATO? EPPURE ERANO INTERASSATI A NOI IN MODO MANIACALE..
7. COSA MANGIAVA, INDOSSAVA JAHVE? CON CHI VIVEVA ? SE I MALAKIM ERANO SUOI SERVITORI,PERCHE’ AVEVANO ASPETTO UMANO? ERANO UMANI?
8. SE JAHVE’ ERA IN CARNE ED OSSA, PERCHE’ PARLAVA SOLO CON MOSE’ E SI PRESENTAVA CON UNA COLONNA DI FUOCO AGLI ALTRI?
9. BIGLINO POLEMIZZA CONTRO LA COSIDDETTA CHIRURGIA FILOLOGICA, MA E’ PROPRIO LUI CHE DISTORCE LE PAROLE E I SIGNIFICATI FINCHE’ NON RAGGIUNGE LA TRADUZIONE CHE TROVA ADATTA ALLE SUE TEORIE
10. SE E ‘ VERO CHE L’AUTORE DELLA GENESI FOSSE COSì CONCRETO E L’ETTERALE , NON AVREBBE DETTO “IL VENTO DEGLI ELOHIM ALEGGIAVA SULLE ACQUE” MA AVREBBE DETTO
” SULLE ACQUE VOLAVANO GLI ELOHIM, SU UN CARRO VOLANTE CHE FACEVA VENTO INCRESPANDO LA SUPERFICIE”.
COME VEDI, SI PUO’ DIRE TUTTO E IL CONTRARIO DI TUTTO.
L’IMORTANTE E’ RISPETTARE LE OPINIONI ALTRUI, PER QUANTO NON CONDIVISIBILI.
UN SALUTO
PAOLO

Sono molto interessato agli studi del Prof.Mauro Biglino.ho trovato in un suo commento su YouTube:Maro Biglino,ELOHIM e tanti dubbi,Dio è SPIRITO,Satana e il….dove dichiara che nel vecchio testamento satana non esiste?Ma allora come spiega questi versetti che dimostrano l’incontrario:Giobbe 1:6 Ora venne il giorno in cui i figli del [vero]Dio entrarono per porsi dinanzi a Yhavè(Geova),e anche Satana entrava propio in mezzo a loro.Vedi i versetti da 7 a 12 – 1 Cronache 21:1 – Giobbe 2:2 – Zaccaria 3:1.Gradirei una Sua o Vs risposta.Grazie e comlimente al Prof Mauro per i suoi studi che di sicuro aiuteranno a scoprire e capire meglio la Bibbia.MARIUS

Non ho la competenza per rispondere con autorevolezza, ma da quanto ho capito il termine “Satana” tradotto letteralmente significherebbe “oppositore” e indicherebbe l’accusa nei processi, insomma una specie di Pubblico Ministero dei tempi nostri. Biglino dice che da nessuna parte c’è scritto che Satana è un diavolo, ma penso che sia il solito problema di traduzione.

Che ridere che fanno i religiosi che cercano di smontare le strampalate teorie di biglino con ipotesi ancor più strampalate (tipo che esista dio lol)


Where's The Comment Form?

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: