OGGI LA PROSTITUTA È IN MANUTENZIONE

Posted on 5 giugno 2012. Filed under: società | Tag:, , , , , |

Notizia sfiziosa quella apparsa qualche giorno fa: secondo alcuni ricercatori di non ricordo quale università neozelandese, in un futuro non troppo lontano i bordelli saranno popolati di automi specializzati per fare sesso (e dare piacere) agli umani. E se l’idea di un robot femminile pronto a tutto, dalle forme perfette, può suscitare emozioni, ben altre suggestioni può provocare nell’immaginario collettivo l’ipotesi di un robot con super attributi msschili: un superdotato instancabile, un vero e proprio sfianca femmine. Ma perché limitarsi al sesso tradizionale? Un semplice settaggio del sistema operativo potrà trasformare il nostro amatore insaziabile in un gay passivo, così come la sua collega femminile, che ieri era una sadomasochista dominatrice ed oggi è una lesbica raffinata ed intellettuale, mentre domani sarà…
Secondo i neozelandesi, andare a robot anziché a puttane libererà la mente degli avventori da remore di tipo morale. Si può tradire un partner umano andando con una macchina? Si potrà essere gelosi di un vibratore ipertecnologico o di una bambola di gomma molto sofisticata?
Ma, soprattutto, ci si potrà innamorare di un automa? La promiscuità sessuale tra umani e macchine, quali scenari creerà?
Ciò che finora è stato appannaggio della fantascienza più visionaria, potrebbe presto diventare realtà.

Make a Comment

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: