STORIE DI ANTIVIRUS: AVAST, BIT DEFENDER E G-DATA

Posted on 12 maggio 2012. Filed under: informatica | Tag:, , , , , , , , , , |

Ecco una simpatica storia che ho vissuto in prima persona, che riguarda uno tra gli antivirus gratuiti più famosi (Avast) e due tra quelli a pagamento considerati più validi, Bit Defender e G-Data. La mia opinione è che gli antivirus gratuiti siano di pochissimo inferiori a quelli che si pagano, perciò per un bel po’ di tempo ho utilizzato il Security Essential di Microsoft, il Panda Free, e per ultimo proprio Avast, che mi era sembrato il migliore e di cui ero soddisfattissimo. Ero…

Infatti ad un certo punto il tempo di avvio del mio pc ha cominciato ad allungarsi in modo sensibile, finché è diventato addirittura interminabile. Detto in altre parole, dopo il logon di Windows 7, dopo aver cliccato su uno degli utenti si aspettava inutilmente di poter caricare il desktop. Il cursore girava girava girava, ma niente accadeva. PC inaccessibile. In un primo momento ho dato la colpa a Perfect Disk, ma disabilitandone la partenza all’avvio la situazione rimaneva identica. Allora ho cominciato a disabilitare i servizi e le opzioni di avvio tramite msconfig  ed ho potuto appurare che era proprio Avast la causa di tutti i problemi. Mi sono così ricordato che pochissimo tempo prima c’era stato un importante update e proprio questo update aveva reso Avast incompatibile con il mio sistema! Anzi, senza Avast il tempo di avvio si era incredibilmente ridotto! Probabilmente l’ultima versione di Avast è entrata in conflitto con altri driver e servizi della mia configurazione, forse ha avuto un problema proprio con Perfect Disk di cui avevo sospettato all’inizio. Forse poteva essere sufficiente reinstallare Avast oppure escludere la cartella di installazione di Perfect Disk dalla scansione, non so… però a Perfect Disk non sono disposto a rinunciare e per far prima, complice anche il mio gusto di cambiare, mi sono lasciato incantare dalle lusinghe di Bit Defender che, stando alle ultime prove reperibili in internet, dovrebbe essere l’antivirus più performante. D’accordo, avrei potuto installare un altro antivirus gratuito, ma Avira mi rompe le balle con i popup e non sono mai stato un fan di AVG. E va bene, mi sono detto, dopo tanto tempo di antivirus gratuiti compriamone uno, dopo tutto mi danno due anni di protezione al costo di uno.

Così, ho installato Bit Defender, ed è stato un grave errore. La versione 2012 di questo antivirus presenta un fastidiosissimo bug di cui magari molti utenti non si rendono nemmeno conto, ma gli smanettoni sì. Basta andare sul forum del produttore per accorgersene. In pratica, andando a spulciare nei registri di Windows si possono notare uno o più errori causati da Bit Defender, consistenti nel mancato caricamento di alcuni driver: nel mio caso trufos.sys e trufosalt.sys (altri utenti parlano anche di un altro file), oltre a malfunzionamenti di vario tipo. Io stesso ho sperimentato un paio di crash nell’apertura di alcune pagine web e sono rimasto molto stupito perché il mio sistema, pur zeppo di ogni cosa di tutto di più, è piuttosto stabile. Ora, in risposta ad un utente un tecnico di Bit Defender sostiene che l’errore è di Windows, ovvero che la segnalazione di mancato caricamento sarebbe un errore del sistema operativo mentre, in realtà, tutto funzionerebbe bene. Ed è vero, l’antivirus sembrava funzionare, però il dubbio che qualcosa non vada è più che legittimo, ed anche preoccupante perché stiamo parlando di un software che ha per scopo la sicurezza dei nostri dati, e non è piacevole pensare che presenti una qualche debolezza che potrebbe risultare fatale! Inoltre gli altri malfunzionamenti cui ho accennato fanno pensare al peggio. Il bello è che non hanno nessuna intenzione di risolvere questo problema se non nel 2013, con la nuova versione! 

Così, approfittando del fatto che se non si è soddisfatti del prodotto rimborsano il costo entro 30 giorni dall’acquisto, ho compilato l’apposito modulo e spero che la pratica vada avanti in modo sollecito. Così, senza volerlo, testerò anche la politica di rimborso di Bit Defender! Inutile dire che sconsiglio caldamente l’acquisto e la installazione di questo antivirus, a dispetto delle entusiastiche recensioni che si leggono in giro.

Alla fine, ho installato una versione di prova di G-Data (30 giorni). Spero che nel frattempo pervenga il rimborso da Bit Defender, così se G-Data va bene (ho pochi dubbi, avendolo usato in passato) dirotto i soldi per l’acquisto della versione definitiva.

Fine della storia, che magari è di poco interesse, ma a qualcuno potrebbe essere utile.

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: