INTERNET E I PRODOTTI DIFETTOSI

Posted on 15 aprile 2012. Filed under: economia, internet | Tag:, , , , , , , , , |

A mio modo di vedere una delle poche conseguenze negative di internet è la leggerezza con cui le aziende produttrici rilasciano sul mercato prodotti difettosi o non sufficientemente testati. Tanto per fare un esempio, in questa ultima settimana abbiamo: l’ultimo modello Canon di reflex digitale, la 5D Mark III, un apparecchio da oltre 3.000 Euro, che in presenza di scarsa illuminazione ambientale lascia trafilare verso l’esposimetro interno la luce che illumina il display, modificando l’esposizione; gli iPad 3 (anzi, ufficialmente si chiama il nuovo iPad) che hanno problemi con il wifi e con il display che in alcuni casi presenta macchie gialle; il nuovo smartphone top di gamma di Nokia, il Lumia 900, non ancora disponibile in Italia, che si disconnette dalla rete mobile… Badate bene, non sono voci di corridoio, sono difetti reali confermati dalle case produttrici. Perché si verifica questo? E che c’entra internet?

Internet c’entra perché con la propria diffusione, la interattività e la velocità con cui propaga le notizie, ha fatto esplodere la concorrenza soprattutto nel settore dell’elettronica di consumo, ragion per cui le aziende produttrici tentanto di bruciare la concorrenza immettendo sul mercato i prodotti prima il possibile e soprattutto prima degli altri: pur di raggiungere questo obiettivo non effettuano test approfonditi perché sarà il pubblico stesso ad effettuare i test, per giunta gratis (anzi, addirittura pagando!). Sempre grazie ad internet, per le aziende è facile venire a conoscenza dei bug e per tramite dello stesso mezzo, è facile rilasciare i firmware oppure i software di sistema aggiornati (quando il problema è software, come nella maggior parte dei casi). Quando il problema è hardware, le cose sono più complicate perché bisogna organizzare i tempi ed i modi per la riparazione gratuita oppure, ipotesi più temuta, il ritiro del prodotto, ma anche queste attività sono più facilmente attuabili che non in passato, proprio grazie ad internet.

Purtroppo tutto ciò sta diventando una cattiva abitudine da parte dei produttori, che in alcuni casi “pubblicizzano” persino i difetti e si vantano dell’efficienza degli interventi (è il caso dell’industria automobilistica che diffonde con tutti i mezzi i difetti e le campagne di “ritiro”). Naturalmente c’è il presupposto della sicurezza (si pensi a freni che… non frenano) ma niente mi toglie dalla mente che sotto sotto ci sia anche la motivazione pubblicitaria.

A casa mia, non si contano i prodotti che sono stati aggiornati via software perché al momento della loro messa in vendita presentavano difetti di funzionamento.

Naturalmente si può anche sostenere che non c’è niente di nuovo, che i prodotti difettosi ci sono sempre stati e che internet consente semplicemente di portare a conoscenza dei consumatori i difetti ed anche le politiche di riparazione delle aziende. Ma mi sembra indiscutibile che da alcuni anni a questa parte i produttori prestino meno cura nel controllo di qualità.

Ciò può dipendere anche dal fatto che molte aziende si limitano alla progettazione ed al marketing, mentre la produzione vera e propria è demandata ad altri. Nell’ambito dell’elettronica di consumo il caso più eclatante è quello di Apple, che non produce in proprio neanche una vite dell’hardware che mette in commercio. In questi casi, il controllo di qualità non può farlo chi ci mette la faccia (pardon, il marchio) ed è un mero fatto contrattuale tra Apple ed i propri fornitori.

Make a Comment

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: