LO SCIENZIATO SUPERSTIZIOSO

Posted on 7 aprile 2011. Filed under: scienza | Tag:, , , , , , |

Ho già avuto modo, nel post Radio Maria Radio Magia, di commentare le sconcertanti affermazioni di Roberto De Mattei, vicepresidente del CNR, secondo cui le catastrofi naturali sarebbero la “voce terribile ma paterna della bontà di Dio”. Ho anche chiarito che le considerazioni riportate non erano le sue, bensì quelle di un arcivescovo ad inizio ‘900; sottolineando però come il nostro amico, leggendole con la propria voce di scienziato, abbia conferito loro autorevolezza e prestigio, anziché relegarle nel ciarpame della superstizione. Premesso che ognuno è libero di dire e di pensarla come vuole, vorrei esporre alcune considerazioni sulla figura dello scienziato e sulla compatibilità della scienza con una fede così forte da racchiudere in sé tutte le risposte. Lo spunto me lo dà ancora una volta il De Mattei che, sempre dal pulpito di Radio Maria, riferisce le parole di un altro autore cristiano del V° secolo, secondo il quale, tanto per fare un esempio, l’impero romano sarebbe caduto per colpa degli omosessuali che lo infestavano, puniti dai barbari invasori.

Mi domando: può, un uomo di scienza, vedere la mano di Dio dappertutto? Ha senso lo studio dei fenomeni se si è convinti che sia Dio a volere ogni cosa? Che motivo ci sarebbe di tentare di curare il cancro o l’AIDS se possiamo pensare, anche solo per un attimo, che tali malattie siano un giusto castigo divino e che il malato se le sia meritate? Secondo me l’essere scienziati (e non il credersi scienziati, che è una cosa diversa) è incompatibile con la fede religiosa. Cosa farebbe un uomo come il De Mattei se scoprisse come prevenire gli tsunami? Avvertirebbe le popolazioni coinvolte salvando migliaia di vite umane, oppure tacerebbe per consentire alla voce terribile di Dio, pur se paterna, di farsi udire? Perché, seguendo il suo ragionamento, salvare le vite umane sarebbe come mettersi contro Dio.

Il Dio delle persone come De Mattei è capriccioso e volubile, come le antiche divinità greco-romane. Molto umano, direi, nella sua volontà vendicativa e punitiva.

Ed è un Dio sessuofobo che punisce solo un certo tipo di immoralità, quella legata alle pratiche sessuali, mentre sembra fregarsene altamente di altre immoralità che una coscienza moderna giudica ben più importanti: la corruzione politica, i regimi dittatoriali, il lavoro minorile, eccetera. Di queste cose il DIo di De Mattei se ne strafrega, ma è pronto a scatenare terremoti per punire un manipolo di sodomiti e onanisti. Mah!

Ed infine: può il vicepresidente del CNR ragionare in questo modo? Secondo me no, sarebbe meglio che non lo facesse. Io credo che uno scienziato debba essere mosso dalla curiosità, dalla voglia di sapere, di capire, di scoprire; e che dovrebbe fuggire da ogni spiegazione precostituita come, appunto, quella offerta su un piatto d’argento dai pregiudizi e dalla superstizione religiosa.

Make a Comment

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: