RUBY RUBACUORI, ESTASI ASBURGICA

Posted on 4 marzo 2011. Filed under: società | Tag:, , , , , , , |

Il mondo si sta imbarbarendo, questo penso oggi, poi subito dopo mi dico che sto invecchiando e che sono io a non capire la modernità. Però certe notizie, almeno così come riportate dalla stampa, sono veramente buffe (buttiamola sul ridere, please!).  Per esempio, la vicenda di Ruby Rubacuori. L’avvenente fanciulla di origine marocchina, giunta alla ribalta per aver avuto (forse che sì, forse che no) rapporti sessuali con il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, per essere una giovane escort (forse che sì, forse che no) minorenne all’epoca delle prestazioni sessuali a pagamento (forse che sì, forse che no), è stata invitata a Vienna al famoso ballo delle debuttanti. Non potrei intendermene di meno, anzi probabilmente sono l’ultimo essere umano a sapere qualcosa su questo ballo, ma credo che in origine avesse il significato di far debuttare nell’alta società le giovani di buona famiglia. Una cerimonia che ha il colore delle fotografie in bianco e nero ingiallite ma che gli austriaci, a quanto pare, stanno perpetuando in una città (Vienna) che vegeta sui fasti passati di una monarchia incentrata sulla figura sfigata e graziosa di una principessa Sissy di celluloide. Bene, qualcuno deve aver pensato che per movimentare tanta noia servisse un po’ di peperoncino, e siccome in Austria il peperoncino non c’è, al massimo si può trovare il rafano o la senape, lo ha importato dall’Italia. Così persino i tetri asburgici hanno potuto sfiorare un pizzico della nostra ebbra scandalosa follia, tutta mediterranea.

Già l’idea di far debuttare una come Ruby, che in realtà ha debuttato da un pezzo, è una cosa ridicola. Pensate un po’: le ragazze di buona famiglia che si affacciano alla vita pubblica e palpitano per i futuri fidanzati (sì, vabbè, le cose oggi come oggi saranno cambiate, si saranno evolute, ma atteniamoci alla tradizione) ospitano una loro coetanea che pratica l’antica arte del meretricio, sia pure ad alto livello (per carità: forse che sì, forse che no). E’ quello l’esempio che le giovani debuttanti debbono seguire? Ruby Rubacuori è una giovane donna che si è realizzata a livello umano e professionale? Che ci azzecca, direbbe Di Pietro, con il ballo delle debuttanti?

Ma poi, scorrendo le righe dei resoconti giornalistici che parlano di questo debutto, che descrivono l’enorme successo mediatico di questa fanciulla esperta in cose per adulti, che resocontano l’assalto di fotografi ed operatori tv, apprendo che ad invitarla è stato un magnate austriaco che ama definirsi il Berlusconi d’Austria. Ecco spiegato l’arcano: gli asburgici sono invidiosi, loro non hanno Ruby Rubacuori, non hanno le veline, non hanno le zoccole di palazzo, non hanno i politici corrotti e zozzoni (forse che sì, forse che no), ma non riescono a farsene vanto: anzi, si sentono inferiori, vorrebbero scimmiottarci. Di questi tempi, paragonarsi a Berlusconi è come darsi una martellata sui coglioni: pensate un po’ fino a che punto si spinge la voglia di emulare le vicende nostrane.

Infine, leggo che qualche rinsavito c’è. Anche in Austria deve essere rimasto un briciolo di civile saggezza se, come riferiscono le cronache, uno sparuto drappello di persone ha manifestato contro. Falso allarme: ha protestato contro la proletarizzazione del ballo.

Make a Comment

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: