SANREMO: BENIGNI SHOW

Posted on 18 febbraio 2011. Filed under: spettacoli | Tag:, , , , , , , , |

Con mia grande sorpresa, eccomi nuovamente a scrivere del festival. Non ho ancora finito, si fa per dire, di parlarne male (si veda il mio precedente post), che già devo mettere mano alla tastiera per lodare la lezione di Benigni sull’inno nazionale, e non solo. Anzi, a dire il vero l’inno è stato solo il pretesto per toccare argomenti molto importanti.

Ieri sera il formidabile showman toscano mi ha letteralmente inchiodato davanti al teleschermo. Irruente come sempre, anzi direi inarrestabile, pur non tralasciando di far ridere con qualche battuta delle sue (Cavour il più grande statista della storia italiana… anzi, il secondo più grande statista… ebbe una relazione con la nipote del Metternick), ha tenuto una vera e propria lezione sul risorgimento, sull’unità di Italia, su Garibaldi Mazzini ed il già citato Cavour, celebrando gli ideali e ricordando i sacrifici estremi di quei giovani di allora che hanno unito il nostro Paese cacciando gli stranieri che imperversavano in ogni zona del territorio. Perché è stando uniti, ha ammonito Benigni, che si vince.

Patriottismo quindi, ma senza esagerare perché anche il troppo amore è dannoso. Amore giusto ed equilibrato per il posto in cui si vive, un posto meraviglioso nonostante tutti i problemi che ci sono; amore per la propria lingua, per la propria cultura, per la propria arte e la propria musica, che non hanno eguali nel mondo.

Insomma, Benigni mi ha sorpreso, stupito, e mi è piaciuto un sacco. Mi aspettavo qualcosa di molto più facile, visto il bassissimo tenore della trasmissione ospitante, invece il geniaccio toscano è salito in cattedra ed ha persino cantato, nel silenzio più assoluto, l’inno di Mameli solo con la sua voce, senza neanche l’accompagnamento musicale: e debbo dire che eseguito in quel modo, l’inno è sembrato quasi bello.

Ora, naturalmente, soprattutto da parte leghista, si alzerà il polverone delle polemiche. Il primo ha rilasciare una intervista al vetriolo è stato Borghezio, che in comune con Benigni ha una cosa sola: la B iniziale.

Make a Comment

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: