I PUBI DI OLIVIERO

Posted on 14 gennaio 2011. Filed under: società | Tag:, , , , , , , , |

Il vivace fotografo Oliviero Toscani ha realizzato un calendario su commissione di un consorzio di aziende che, se non ricordo male, conciano pelle (in questo momento non posso verificare perché non ho un collegamento attivo alla rete). Ebbene, il nostro vulcanico performer (definirlo solo fotografo è limitativo) ha fotografato dodici pubi femminili, uno per mese, assolutamente al naturale (il che di questi tempi significa ricoperti di peli e non depilati né in qualche modo acconciati). I pubi sono in primissimo piano, nel senso che il resto della modella è fuori inquadratura.
A questo punto, come purtroppo è normale in un paese che non riesce a discutere delle questioni realmente importanti né ad affrancarsi da un perbenismo di facciata cattocomunista, è scattato il coro degli scandalizzati, come sempre stonato. Questa volta, però, a scandalizzare non sarebbe la fotografia in sé e per sé; si grida invece alla strumentalizzazione del corpo femminile a scopi pubblicitari.
Premesso che non si tratterebbe, se anche fosse, di una novità, debbo dire che le foto del calendario in questione sono assolutamente asettiche, senza alcun richiamo erotico che non sia strettamente connesso alla funzionalità intrinseca dell’organo ritratto. Nessuna malizia è presente, nessun accostamento di dubbio gusto, nessun richiamo esplicito o nascosto alla lussuria. Non capisco quindi perché ne venga richiesto il ritiro. Sarebbe una forma di censura inaccettabile, di matrice cattocomunista, uguale o persino peggiore di quella sessuofobia clericofascista che ha funestato l’Italia per tanti anni.
Questo continuo starnazzare postfemminista sulla strumentalizzazione del corpo femminile, se mai aveva un senso tempo addietro, adesso fa veramente ridere ed andrebbe confinato tra le “vecchie care cose di pessimo gusto”. Vediamo donne nude ritratte in pose sexy ed ammalianti, pronte per l’uso, da tutte le parti. Non si sottraggono a simili scatti nemmeno attrici brave, impegnate nel sociale, anziane e/o incinte. Non ci si meraviglia dello sdoganamento del porno, in atto da diversi anni, e si grida allo scandalo per l’anatomico calendario di Toscani.
Un sacco di attricette, vallette, troniste, grandi sorelle e compagnia bella spendono capitali per rifarsi culo e tette, e c’è ancora chi si offende se le medesime parti del corpo, dietro l’auto pagamento, vengono utilizzate per la réclame di un caffè o di un profumo. Ma una che si rifa’ il seno, lo fa solo per rimirarselo allo specchio mentre sta da sola, con la spazzola per i capelli in mano? Non credo.
Siamo gente veramente strana, noi italiani.

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: