iPhone: iToppato

Posted on 2 novembre 2010. Filed under: smartphone | Tag:, , , |

Ovvero, per come dovrebbe pronunciarsi: Aifòn, Hai toppato!

Lo smartphone più evoluto… vabbe’, diciamo uno dei più evoluti, sicuramente il più modaiolo, il più ambito, il più desiderato, quello che fa più status, per certi versi il più tecnologico, quello che ci delizia con il multitouch avanzato e con l’enorme quantità di programmi installabili, ha un clamoroso bug introdotto (pare) con la versione 4.1 del sistema operativo: l’orologio si aggiorna automaticamente rispetto all’ora legale, mentre la sveglia no! Sembra incredibile, eppure il web (sui siti specializzati) è pieno di commenti di gente incazzata che ha fatto tardi al lavoro perché la sveglia dell’iPhone è suonata con un’ora di ritardo! Anche io sono solito usare l’iPhone come sveglia, ma per fortuna non sono andato a lavorare e quindi, oltre ad essermi risparmiato la brutta sorpresa, potrò prendere per il futuro adeguate contromisure, finché non aggiusteranno le cose.

Praticamente è come se la sveglia del melafonino (come viene scherzosamente chiamato) andasse per i cazzi suoi, anziché basarsi sull’orologio. Quindi che succede? Il fiducioso (fiducia mal riposta) utente Apple imposta la sveglia, poniamo, alle sette del mattino. Durante la notte, automaticamente l’orologio dell’iPhone si mette indietro di un’ora, come avvenuto alle tre di mattina dell’ultima domenica di ottobre. Il programma sveglia, invece, non si sa bene per quale motivo, suonerà un’ora dopo: nell’esempio, squillerà alle otto, regalando un’ora di sonno extra ma provocando un mezzo infarto al povero lavoratore irrimediabilmente in ritardo.

Sembra incredibile che un prodotto così sofisticato possa presentare un bug nella gestione dell’ora legale e dell’adeguamento della sveglia, uno degli aspetti più semplici ed alla portata anche di un cellulare da quattro soldi in svendita pre-natalizia.  Eppure è così.

Secondo me la Apple aggiorna continuamente il sistema operativo (la versione 4.2 dovrebbe uscire a giorni, vedremo se risolverà questo problema) non tanto per apportare miglioramenti, quanto per rendere inefficaci i vari jailbreak che ci sono in circolazione. Da quando un tribunale americano ha sancito che la pratica del jailbreak (ovvero, sostituire il sistema operativo ufficiale, blindato, con un altro che consente di fare più cose e più liberamente) è legale, perché l’hardware è di chi lo ha comprato e può farci girare ciò che vuole, è tutto un rincorrersi tra chi rilascia i tool per il jailbreak e la Apple, che aggiorna l’iOS con cambiamenti pretestuosi e minimi, che però rendono inefficaci le pratiche di jailbreak note fino a quel momento. Tutta questa frenesia comporta una certa trascuratezza nella programmazione e si verificano i casi incresciosi di malfunzionamento come questo di cui stiamo parlando.

Una vera e propria figuraccia per Apple, che ci deve far ricordare come questi apparecchi, che soprattutto per noi appassionati di tecnologia sono meravigliosi, non solo sono ben lontani dal sostituire il nostro cervello, ma talvolta non sono in grado di sostituire neanche la sveglia della nonna, quella grossa con i campanelli a martelletto sopra. Certo che se ci si dimenticava di togliere o mettere a mano l’ora legale sulla sveglia della nonna stavamo a punto e a capo, solo che lì potevamo parlare di errore umano, non di automatismo tecnologico non funzionante.

Ecco, uno spende un sacco di soldi per lo smartphone – ultimo modello – schermo multitouch – connettività internet – diario agenda – browser – email – tutto incorporato, poi quando si accorge che la sveglia non funziona, prova un senso di frustrazione e si sente tradito.

La fiducia è una cosa seria, diceva un vecchio spot. Vallo a far capire a Steve Jobs ed ai suoi adepti. Che spero non mi insultino dopo questo post: anche a me piace l’iPhone, in famiglia ne abbiamo quattro, mica uno. Però, quando si toppa si toppa, niente scuse… anzi, come va di moda adesso, è lecito e doveroso criticare senza se e senza ma.

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: