W LA SPAZZATURA FEDERALE

Posted on 22 ottobre 2010. Filed under: politica, società | Tag:, , , , , |

Complimenti (ironici) ai napoletani. Non bastassero i problemi cronici del sud, che è inutile elencare, adesso abbiamo anche la spazzatura per le strade che si accumula in montagne, la guerriglia urbana, la caccia ed il pestaggio dei tifosi del Liverpool prima e dopo la partita di pallone. Un vero e proprio compendio dell’inciviltà, un saggio magistrale su ciò che non si deve essere, un assist formidabile alle pur becere esternazioni del carroccio. Peccato, per una città potenzialmente così bella e ricca di fermenti culturali; ma è come se in una lotta schizofrenica tra due personalità insite nello stesso corpo, avesse vinto quella peggiore.
Mentre il Paese vara un federalismo che, almeno nelle intenzioni, dovrebbe costringere gli enti territoriali ad un maggior rigore e controllo delle risorse, mi viene spontaneo auspicare l’adozione di un federalismo netturbino: ognuno si smaltisca la sporcizia che produce, altrimenti affoghi pure nella sua stessa merda. Ci troviamo di fronte a gente che sporca, come tutti gli altri e forse anche di più se vogliamo dare credito a certe dicerie, ma non vuole farsio carico della necessità di smaltimento. E per affondare il dito nella piaga basterebbe sottolineare come il servizio di nettezza urbana napoletano sia il più costoso di Italia ed anche il più inefficiente. Per forza, perché il business della sporcizia lo deve gestire la camorra, mentre lo Stato deve garantire pensioni ai falsi invalidi e rendite parassitarie ai nullafacenti e fancazzisti.
Se tutte le energie che la popolazione di Terzigno (fomentata da chissà quali infiltrati dell’anti-stato provenienti dalla criminalità organizzata e dal teppismo comune) sta spendendo per una protesta sterile, fossero impiegate in senso propositivo, un sacco di problemi si risolverebbero da soli. Ma è più facile lanciare slogan d’effetto, bruciare bandiere e piangersi addosso, nell’attesa che qualcuno si faccia carico dei veri problemi.
Allora, sotto con il federalismo netturbino. Ognuno raccolga e smaltisca da solo, in ambito regionale, per legge, la propria spazzatura. E se invece di farlo preferisce scendere in strada tra gli escrementi e le pantecane, peggio per lui: basta che la fabbrica di merda non si trasformi in una fabbrica di colera, altrimenti il resto del Paese dovrà alzare le barricate per proteggersi.

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • I’m thinking, please do not disturb!

  • Il mio spazio su Smugmug

  • Immetti il tuo indirizzo di posta elettronica per essere tenuto aggiornato sui nuovi post.

    Segui assieme ad altri 19 follower

  • NO ALLA CENSURA ED ALLE LEGGI SPECIALI PER INTERNET

  • Meta

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: