ELOGIO DEL NETBOOK

Posted on 28 settembre 2010. Filed under: informatica | Tag:, , , , |

Fino ad un paio di mesi fa non avrei mai creduto di poter elogiare la categoria dei netbook. Da non confondersi con i fratelli maggiori notebook, rappresentano quei computer piccoli che vanno tanto di moda. La prima a metterne in commercio un esemplare è stata la Asus cui, visto il grande successo, hanno fatto seguito tutti gli altri. Attualmente l’offerta parrebbe molto ampia ma, in realtà, non è proprio così.
La mia opinione sui netbook è cambiata quando, allettato da una buona offerta in un centro commerciale, ho acquistato per 199 euro un HP dalla sigla irripetibile e complicatissima. Prima mi dicevo che erano poco potenti, che lo schermo era troppo piccolo, eccetera eccetera. Ora ho scoperto che quei difetti possono essere visti anche come pregi: il netbook pesa molto poco, è piccolo per cui trova spazio con facilità anche sul tavolo più affollato; scalda pochissimo e può essere tenuto sulle gambe, per esempio sul treno (facendo attenzione a non otturare le prese d’aria!); il processore è ottimizzato per consumare poca energia, quindi la batteria dura a lungo. Lo schermo poi è vero che è molto piccolo (tipicamente 10,1″ – i primi erano anche più piccoli) ma la risoluzione è abbastanza elevata: 1024×600 formato panoramico, per cui dentro c’entra abbastanza roba, le scritte sono minuscole ma molto nitide.
Dicevo che l’offerta è ampia nel senso che possiamo trovarne di tutte le marche, ma in realtà i componenti di un vero e proprio netbook sono piuttosto standardizzati (esistono varianti per ora di nicchia, oppure modelli più dotati che sconfinano nel segmento superiore dei notebook): processore Intel serie Atom (ce ne sono alcune varianti), 1 GB di RAM, hard disk da 160 oppure 250 GB, sistema operativo Windows XP oppure Windows 7 Starter, grafica e webcam integrate, WiFi. Avete deciso di comprarne uno? Allora dovete prevedere una spesa oscillante tra i 250 e i 300 euro, a meno che non troviate una offerta speciale come ho fatto io.
A cosa serve un netbook? A tutto, tranne che le elaborazioni impegnative. Per esempio è abbastanza assurdo pretendere di farci grafica o video. Insomma, abbiate pietà del vostro minuscolo amico ed evitate di installarci Photoshop. Va benissimo per internet (navigare sul web e posta elettronica), per scrivere testi, per visualizzare foto e vedere video a risoluzioni adeguate al piccolo schermo. Va bene anche per ascoltare musica se non avete molte pretese, perché gli altoparlanti sono minuscoli e la qualità ne risente (non potrebbe essere altrimenti), però si possono sempre usare le cuffie. Tutto questo, concentrato in un dispositivo leggero, economico, che consuma poca energia ed occupa poco spazio: ce n’è a sufficienza per volerne uno, giusto?
Ed ecco i miei consigli per gli acquisti. Per prima cosa, poiché la dotazione hardware è quasi identica tra tutti i modelli, così come il costo, il primo consiglio è piuttosto inusuale: considerate attentamente l’estetica. Un netbook è un oggetto personale e deve piacere. Ce ne sono di tutti i colori, almeno in questo i produttori si sono sbizzarriti. Poi controllate il tipo di batteria: sconsiglio quelle a tre celle, meglio optare per quelle a sei che consentono un’autonomia di almeno cinque ore, ma anche sette – otto se si sta attenti con la luminosità dello schermo, per esempio. È vero che il peso e l’ingombro aumenteranno leggermente, ma il netbook è un pc portatile per definizione che lavora scollegato dalla rete elettrica: più a lungo lo può fare, meglio è. Come sistema operativo sconsiglio XP, che ormai è vecchio: meglio puntare su 7 Starter, che non consente di cambiare sfondo e quello standard è di uno squallore unico, ma si può sopperire con programmi ad hoc facilmente reperibili in internet. Se poi volete metterci Linux, che ha delle distribuzioni leggere appositamente studiate per i netbook, potete sempre farlo, magari dopo aver fatto una copia del disco con Win 7 Starter, così non lo perdete: avete idea di quanto costa Windows? Le altre caratteristiche da prendere in esame sono quelle che ho elencato in precedenza e che vanno bene adesso, a Settembre 2010: tenete presente che la categoria dei netbook è in evoluzione e non sono da escludersi futuri miglioramenti dello standard.

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: