PICCOLI POLITICI CRESCONO

Posted on 27 settembre 2010. Filed under: politica | Tag:, , , |

L’attuale vuoto rappresentativo della classe politica, che nel complesso è abbastanza inguardabile, scatena gli appetiti di qualche “vip” che finora si è tenuto lontano dai banchi di Montecitorio; ma adesso quei vip si stanno chiedendo: se sono riusciti a farsi eleggere loro (i Bossi, i Berlusconi, i Bersani, i Di Pietro, per non parlare dei Mastella), perché non io? Perché non garantirsi (aggiungo) una serena vecchiaia con una buona pensione da parlamentare? Ecco quindi che da parte di due noti personaggi si sta preparando lo sbarco nella politica vera, quella per intenderci che consente l’accesso alla stanza dei bottoni.
Il primo naturalmente è Beppe Grillo. Di professione comico cabarettista, visto il livello odierno del dibattito politico, pieno di insulti vaffanculi e dossieraggi a scopo di linciaggio, dovrebbe trovarsi benissimo. Riuscirebbe a rastrellare, secondo me, un bel po’ di voti qualunquisti. Infatti il Grillo parlante è un demagogo populista capace di mettere alla berlina i difetti ed i comportamenti negativi, senza però proporre soluzioni. Siamo di fronte ad una mente brillante che ha già inquadrato perfettamente il proprio target: “Noi non siamo né di destra né di sinistra” ha urlato a Cesena dove ha radunato le proprie truppe, “noi siamo vivi”. Ottimo slogan pubblicitario che non dice nulla. Anche io sono convinto che i tradizionali schieramenti “destra” e “sinistra” non rispecchino più la realtà sociale ed economica di un paese moderno, ma mi limito ad osservare che ancora non esiste una esemplificazione altrettanto efficace. Grillo pretende di essere lui l’alternativa. Be’, consentitemi di dubitarne. Ve lo immaginate Grillo primo ministro o ministro degli esteri? Farebbe ridere non più solo gli italiani, ma anche il resto del mondo. È anche vero che è meglio far ridere piuttosto che piangere.
Il secondo è, naturalmente, Luca Cordero di Montezemolo. Il nobiluomo ha un passato alla Cinzano, alla FIAT, alla Ferrari, alla Juventus, alla presidenza della Confindustria e chi più ne ha più ne metta: insomma rappresenta quanto di più distante ci possa essere dai problemi quotidiani della gente comune, per cui non capisco proprio chi potrebbe votarlo. Forse perché è stato sposato con una delle bombe sexy italiane dei B Movie di una volta, quelli con Lino Banfi e Bombolo, ovvero Edwige Fenech? Mi sembra un po’ poco. Forse alcuni nostalgici un po’ attempati voterebbero semmai proprio la Fenech, anziché lui. Che però, intanto, ha già fondato il proprio partito, “Italia Futura”. Tanto per far parlare di sé, sul sito dell’associazione è apparso un articolo in cui si attacca Bossi, reo di essere un politico quacquaracquacquà, come dice Fabri Fibra, tutte chiacchiere e niente fatti. Un compitino facile facile tanto per iniziare, deve aver pensato Montezemolo.
L’unico dubbio che ho è se questi personaggi decideranno di apparire sin da subito nelle liste elettorali, oppure se decideranno di rimanere almeno all’inizio dietro le quinte, in modo da non dover fare la figura degli sconfitti se le cose dovessero andare male.

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: