MANIFESTI NUOVI, ACCOSTAMENTI VECCHI

Posted on 5 giugno 2010. Filed under: società | Tag:, , , , , , , , , , |

Uno dei manifesti.

A Napoli sono stati affissi alcuni manifesti, di grandi dimensioni, creati dall’artista Sebastiano Deva, che starebbero suscitando “scandalo” al punto che il sindaco Jervolino ed alcuni assessori vorrebbero toglierli. Non mi meraviglio più di tanto, lo “scandalo” è sempre nell’occhio di chi guarda e la Jervolino a suo tempo ebbe modo di manifestare tutto il suo bigottismo (ricordate la faccenda relativa ai preservativi di quando era ministro della scuola?). I manifesti si riferiscono ad un sito, www.mystica.it, e non pubblicizzano nulla se non il sito stesso e l’opera dell’artista.

A destare scandalo è l’accostamento tra le frasi di alcune sante ed il volto di una modella colto nel momento dell’orgasmo (per meglio dire, che simula il momento supremo del piacere carnale).  In realtà, nulla di veramente nuovo.

L’accostamento tra estasi mistica e piacere sessuale è di vecchia data e gli esempi si sprecano. Tra tutti primeggia uno dei capolavori di Lorenzo Bernini, L’Estasi di S. teresa D’Avila, una scultura che da sempre ha suscitato simili interprestazioni. Il volto della santa appare sfigurato dal piacere e le stesse parole usate dalla stessa per descrivere la sua estasi si prestano a facili doppi sensi:

 Un giorno mi apparve un angelo bello oltre ogni misura. Vidi nella sua mano una lunga lancia alla cui estremità sembrava esserci una punta di fuoco. Questa parve colpirmi più volte nel cuore, tanto da penetrare dentro di me. II dolore era così reale che gemetti più volte ad alta voce, però era tanto dolce che non potevo desiderare di esserne liberata. Nessuna gioia terrena può dare un simile appagamento. Quando l’angelo estrasse la sua lancia, rimasi con un grande amore per Dio. 

Del parallelo/contrapposizione tra sessualità e mistica religiosa si è sempre parlato, verrebbe da dire abusato, per cui l’opera dell’artista napoletano non può propriamente dirsi innovativa e nemmeno provocatoria più di tanto. Solo l’ignoranza (nel senso etimologico della parola) del fruitore/spettatore può far emergere una valenza trasgressiva. Ricordo una prefazione di Alberto Moravia (mica uno qualunque) al romanzo erotico Storia dell’occhio di Georges Bataille (di nuovo, mica uno qualunque!) in cui si affermava – non ricordo le parole esatte – che l’esperienza mistica ha gli stessi scopi di quella erotica: la conoscenza e la comprensione dell’uomo, del mondo, della vita e di Dio; a cambiare è solo il meotodo della ricerca, perché l’esperienza mistica è frutto di introspezione, riflessione, meditazione e nei casi più estremi di isolamento assoluto, mentre quella erotica è fatta di apertura, conoscenza fisica del prossimo, sensazioni forti, ricerca del massimo piacere che si possa trarre dal proprio corpo. Per dirla alla Bataille, la cui conoscenza a mio avviso è fondamentale per capire cosa sia l’erotismo e perché il piacere possa incontrare,  a certi livelli, il dolore, l’esperienza erotica è la ricerca ossessiva della violazione di un precetto morale, uno sprofondare nella “perversione”, giusto per usare un termine qui fuori luogo ma adatto a far capire il concetto. Mentre l’esperienza mistica è uno sprofondare nella purezza e nella perfezione, che consiste nella negazione dello stesso valore del corpo, visto come fardello e fonte di peccato, a favore dello spirito e dell’anima.

Persino il Canto dei Cantici è stato letto in chiave erotica, e l’arte più volte ha accostato religione ed erotismo (sempre col risultato di scandalizzare i benpensanti).

Make a Comment

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: