AL LUPO AL LUPO, PANDEMIA

Posted on 2 maggio 2010. Filed under: economia, scienza, società | Tag:, , , , , , , |

Da un po’ di tempo ogni anno scatta l’allarme pandemia. Il sistema funziona così: qualcuno lancia il grido di allarme, i media lo rilanciano ed amplificano, l’opinione pubblica si inquieta, le autorità politiche si attivano, le case farmaceutiche fanno un sacco di soldi vendendo a caro prezzo il classico “unguento miracoloso”. Già ai tempi dell’AIDS qualcuno ipotizzò che in realtà non c’era alcun virus, e che la “scoperta” del virus serviva solo ai fabbricanti di medicinali per raccogliere fondi e vendere a caro prezzo i  propri prodotti. Sta di fatto che un vaccino contro l’AIDS non è mai stato realizzato, che il protocollo scientifico imporrebbe – per poter parlare di virus – di prove certe tra cui la presenza del virus in tutti i casi di contagio, circostanza questa che non si è verificata nel caso dell’AIDS. Se pensiamo che la malattia del secolo, come è stata definita, viene curata con un cocktail di costosissimi medicinali, che nel migliore dei casi allungano la vita del paziente senza guarirlo, qualche sospetto più che legittimo dovrebbe venire in mente anche alla persona meno sospettosa. Poi c’è stata l’aviaria, la SARS, ieri la suina, per non parlare della “mucca pazza”… Interi allevamenti sterminati, previsioni apocalittiche da fine del mondo, ma in realtà un grande flop (per fortuna). Ed ora la classica domanda: cui prodest?

Prendiamo spunto dalla suina che è stata a parole la pandemia più pericolosa e, nei fatti, la più insignificante. Lo stesso termine pandemia è fuori luogo, essendosi trattato solo di una influenza stagionale come tutte le altre, meno cruenta della media.  Si è trattato in realtà di una grande truffa, perpetrata addirittura dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, per compiacere le case farmaceutiche. Tutti lo avevamo sospettato, ed anche se adesso non ne parla più nessuno, rimane sempre qualche giornalista in gamba capace di non far affondare il clamoroso inganno nel silenzio.

A me preoccupa un altro aspetto: ci stiamo abituando tutti a questi falsi allarmi, cui non daremo più credito, in futuro. Faremo spallucce e penseremo: siamo alle solite… Per cui, quando scatterà un allarme reale, se mai scatterà, l’umanità se ne accorgerà in ritardo, abituata com’è alla truffa ed all’inganno. Forse se ne accorgerà troppo tardi.

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Una Risposta to “AL LUPO AL LUPO, PANDEMIA”

RSS Feed for CRONACHE AUTOMATICHE Comments RSS Feed

Sono perfettamente d’accordo…troppe truffe, tutti inganni per trarre beneficio con il DIO Quattrino.
Io comunque non allento la morsa e ad ogni allarme mi allarmo e mi allarmerò…non fa male. Se arriva il momento di allamarsi e pensiamo ad una altra truffa…ci possiamo veramente rimettere la pelle, allora io continuo e continuerò a crederci…. IO ASIUL


Where's The Comment Form?

  • I’m thinking, please do not disturb!

  • Il mio spazio su Smugmug

  • Immetti il tuo indirizzo di posta elettronica per essere tenuto aggiornato sui nuovi post.

    Segui assieme ad altri 18 follower

  • NO ALLA CENSURA ED ALLE LEGGI SPECIALI PER INTERNET

  • Meta

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: