Cosa unisce l’ayatollah ultraconservatore Kazem Sediqi al presidente dell’Associazione Genitori Cattolici?

Posted on 19 aprile 2010. Filed under: politica, società | Tag:, , , , , , |

Questa è veramente, tanto per usare un’espressione alla moda, la madre di tutte le domande. Eppure la risposta è semplice, basta confrontare ciò che dicono. E’ notizia di oggi (Corriere della Sera) che l’ayatollah ultraconservatore citato nel titolo (per cortesia risparmiatemi di doverne riscrivere il nome) ha attribuito l’esistenza dei terremoti in Iran, che sarebbero in aumento, al decadimento dei costumi, ed in particolare: ai rapporti extraconiugali, che sarebbero in aumento (proprio come i terremoti), ed alle donne, le massime responsabili di questa catastrofe, che vanno in giro sempre più discinte, che tentano gli uomini allontanandoli dalla castità, che ottenebrano e confondono l’animo dei giovani. Ora, tutte queste donne discinte nell’attuale Iran non credo ce ne siano, ma forse per il nostro ultrapuritano religioso islamico basta poco per essere discinte: una ciocca di capelli che fuoriesce dal velo, una caviglia che si scopre mente si sale sull’autobus, e via discorrendo. Ed allora, dove sta il nesso con i terremoti e le altre catastrofi naturali? E’ ovvio: c’è un Dio rancoroso e crudele che punisce l’umanità. E’ questo Dio che si incazza per tanta sconcezza ed immoralità e commina le sue punizioni: e giù terremoti, morti, sangue e disperazione. Così l’umanità ha quel che si merita, ed imparerà ad essere casta. Amen.

Chi sta pensando che questi siano i vaneggiamenti di un vecchio rincoglionito da una religione antiquata e diversa dalla nostra, dovrà ricredersi. Ecco che viene in soccorso (si fa per dire) il sig. Arrigo Muscio, presidente dell’Associazione Genitori Cattolici, roba nostra insomma. Il nostro eroe (per me è un vero e proprio mito, il suo sito è tra i più divertenti, pieno di umorismo involontario) si spinge anche più in là:  le catastrofi ascrivibili a punizioni divine sono ben più che non i semplici terremoti, ma ricomprendono anche le epidemie e le malattie, per esempio l’AIDS, scatenato da Dio per punire i culattoni. Non solo: un sacco di fatti tragici sono in realtà vendette divine, solo che non ce ne rendiamo conto, distolti dalla verità come siamo ad opera del maligno. Ora, sinceramente, come poter continuare a dire (nell’ottica Muscio) che Dio ci ama se poi ci manda tutti questi castighi a ripetizione, è un controsenso che neppure Muscio risolve, o forse sono io ad aver letto troppo distrattamente il suo sito (i suoi libri non li comprerò neanche morto). Comunque, ecco una sintesi dei peccati commessi dall’umanità  in grado di giustificare l’incazzatura divina: la televisione, i preservativi, l’ateismo, il permissivismo… Udite udite, è il diavolo a mandare tutti questi extracomunitari mussulmani in Italia, per far scomparire il cristianesimo: neanche i leghisti più accaniti hanno mai osato giungere a tanto. Ma l’apice dell’umorismo involontario, il Muscio lo raggiunge nel descrivere un esorcismo al quale lui avrebbe partecipato. Leggere le domande poste al demone rintanato nel corpo di una indemoniata, e le risposte, fa letteralmente sbellicare dalle risa. Domande tendenziose a “risposta obbligata” (così le definirei io) lasciano chiaramente intuire come il pensiero dell’esorcista sia ben più perverso che non il pensiero dell’esorcizzando, che è costretto ad affermare (comandato dalla Madonna) che sì, è vero, la televisione l’ha inventata lui (il diavolo) per corrompere l’umanità; che è altrettanto vero che all’inferno ci vanno un sacco di persone, eh eh; che i peccati principali sono la lussuria e l’ateismo; che la Madonna di Civitavecchia ha pianto perché nel mondo non c’è più religione; che persino molti preti sono in realtà suoi servitori; che l’anticristo è già nato; che il comunismo è l’eresia profetizzata a Fatima. Compiaciuto, il demonio confessa che gli piacciono quei personaggi pubblici che conducono una vita in contrasto con i dettami religiosi (in perfetta sintonia con l’ayatollah iraniano).  Ma le sorprese non sono finite: lo spirito maligno svela che le discoteche sono le chiese del demonio, ed apprendiamo persino che i giovani, dopo essere stati in discoteca, vanno in giro per i cimiteri a violare le tombe. E la droga? Le chiacchiere stanno a zero, la droga è la comunione del diavolo. Infine, scopriamo (vero colpo di scena) che uno strano uragano scatenatosi in Francia è la conseguenza della legalizzazione, in quel paese, delle unioni gay. Vedete ora chiaramente il nesso con l’ayatollah? Vedete l’incazzatura di Dio (che però ci vuole bene) a cosa conduce? Guai a fare incazzare Dio. Infine, e qui la comicità raggiunge vette altissime, è lo stesso demonio che svela alcuni trucchi per mettersi al riparo da così tante sciagure e dalla condanna all’inferno, ma questa parte leggetevela da soli.

Ora qualcuno potrebbe obiettare che questo non è un confronto tra religioni, ma tra persone, e che l’ayatollah è un rappresentante significativo della propria fede mentre il nostro Muscio, pur con tutto il rispetto che merita il Presidente dell’Associazione Genitori Cattolici, è uno qualsiasi. E’ vero. Però, se andate sul sito di Muscio, troverete virgolettate certe affermazioni di vescovi, papi e cardinali che sembrano, almeno a prima vista, estrapolate come sono da ogni contesto, combaciare perfettamente con la visione musciana del mondo (e dell’aldilà).

Entrambi, questo è il succo, sono un esempio di come credere ciecamente (atteggiamento che tute le religioni o quasi impongono) porti lontano dalla ragione e dalla sanità mentale.

«  Tanto male poté suggerire la religione. Ma anche tu forse un giorno, vinto dai terribili detti Dei vati, forse cercherai di staccarti da noi. Davvero, infatti, quante favole sanno inventare, tali da poter sconvolgere le norme della vita e turbare ogni tuo benessere con vani timori!  »

(Lucrezio – De rerum natura, vv. 101-106 )
Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: