TRANSIZIONE DA CALCIOPOLI A FARSOPOLI

Posted on 4 aprile 2010. Filed under: sport | Tag:, , , , , , |

Da juventino quale sono, sin dalla nascita, ho avuto sempre pudore a parlare di “calciopoli”, della presunta cupola stile mafioso che Luciano Moggi, e quindi la Juventus, avrebbero messo in atto per condizionare pesantemente il campionato di calcio e persino il calciomercato. Ora che la cosiddetta “giustizia sportiva” ha fatto il suo corso, approfittando del vuoto di potere in ambito juventino e della inesperienza della nuova proprietà, dopo la morte di Giovanni ed Umberto Agnelli, ora che il procedimento penale a carico di Moggi è in pieno corso, mi sento di poter dire che  “calciopoli” si sta inesorabilmente trasformando in “farsopoli”. Le accuse a Lucianone sembrano fondate su chiacchiere da bar all’ombra rosa della Gazzetta, con un fiasco di vino sul tavolino. Coincidenze tra partite da giocare e ammonizioni o squalifiche di giocatori avversari la fanno da padrone, e poco dovrebbero importare le coincidenze contrarie, nulla lo scudetto perso nell’acquitrino di Perugia e le coincidenze a favore di altre squadre. Ora scopriamo che le accuse contro Moggi in alcuni casi sono risibili (per esempio, colpi di tosse durante il sorteggio degli arbitri), mentre sta venendo fuori che le indagini sono state eseguite alla carlona ed a senso unico, senza cercare riscontri oggettivi, prendendo per buoni i datti della Gazzetta anche quando gli stessi si sono rivelati sbagliati (è successo). Stanno saltando fuori, inoltre, tantissime telefonate di Moratti al designatore arbitrale Bergamo, ed anche altre di Galliani, e chissà quante altre ne salteranno fuori: è inquietante notare che mentre quelle usabili contro Moggi e la Juventus sono state portate alla luce del sole, queste altre siano state tenute nascoste. Se pensiamo che l’Inter ha razziato, dopo la tempesta calciopoli, il parco giocatori Juventino, se consideriamo che la condanna è stata inflitta da un ex dirigente interista, se pensiamo che gli scudetti tolti ai bianconeri sono stati due mentre le indagini riguardavano un solo campionato, se pensiamo che le intercettazioni Telecom possono essere state influenzate da Tronchetti Provera, se pensiamo che Mancini, a quel tempo allenatore dell’Inter, in una celebre intervista lasciò chiaramente intendere di essere a conoscenza delle indagini di cui tutti ignoravano l’esistenza… non voglio aggiungere altro.

L’unica cosa che mi turba veramente, e lo dico in tutta sincerità, sono le schede telefoniche che Moggi regalava agli arbitri e che sembrano essere un canale di comunicazione fin troppo evidente. Ma a chi dice che servivano a tenere segrete le telefonate, rispondo che tecnicamente è impossibile, in quanto le suddette schede avrebbero comunque dovuto funzionare in roaming e quindi transitare per i ripetitori presenti sul territorio italiano. Ed aggiungo che non sono nulla rispetto, per esempio, agli orologi d’oro regalati dalla Roma agli arbitri , eppure quella volta non accadde nulla.

La Juve nelle chiacchiere da bar è sempre stata definita, dai tifosi avversari, una squadra che ruba e corrompe gli arbitri. Me lo ricordo, con grande nitidezza, sin dalle elementari, quando collezionavo le figurine. Ora il sospetto è che le medesime chiacchiere, avvalorate da una stampa nemica (rosa), si siano trasferite nei tribunali, dove però dovranno scontrarsi con la realtà. Ed è qui che sta venendo fuori farsopoli: tra un po’ ne vedremo delle belle, ed a farne le spese, questa volta, saranno coloro che in un primo momento ne hanno tratto vantaggio.

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

2 Risposte to “TRANSIZIONE DA CALCIOPOLI A FARSOPOLI”

RSS Feed for CRONACHE AUTOMATICHE Comments RSS Feed

farsopoli
quali sono gli illeciti di Moggi?…………..quale è la differenza delle telefonate di Moggi e Moratti e ecc.?………….perche fino ad oggi le telefonate di Moratti e ecc. non esistevano?……….

La procura di Napoli ha reagito dopo la pubblicazione delle telefonate tra Moratti e Bergamo parlando di un tentativo di “fare disinformazione” e sottolineando che l’esistenza di una telefonata non rappresenti necessariamente un reato. La cosa che però lascia molto perplessi arrivati a questo punto, è che il Pm Giuseppe Narducci in data 27 Ottobre 2008, nella sua requisitoria di apertura del processo celebrato con rito abbreviato nei confronti di 11 imputati, tra i quali Antonio Giraudo, aveva smentito categoricamente l’esistenza di altre telefonate che riguardassero altri dirigenti; ”balle smentite dai fatti” per usare le sue parole.
Lo scopo era quello di liquidare la tesi sostenuta da diversi imputati, tra i quali Moggi e Giraudo, seconda la quale ad intrattenere rapporti con i designatori erano tutti i dirigenti di tutte le squadre e che la cosa fosse normale e risaputa. Queste le parole del Pm Narducci nella sua requisitoria:
”Piaccia o non piaccia agli imputati non ci sono mai telefonate tra Bergamo o Pairetto con il signor Moratti, o con il signor Sensi o con il signor Campedelli, presidente del Chievo. Ci sono solo quelle persone (gli attuali imputati, ndr), perché solo quelle colloquiavano con i poteri del calcio. I cellulari erano intercettati 24 ore su 24: le evidenze dei fatti dicono che non e’ vero che ogni dirigente telefonava a Bergamo, a Pairetto, a Mazzino o a Lanese: le persone che hanno stabilito un rapporto con questi si chiamano Moggi, Giraudo, Foti, Lotito, Andrea Della Valle e Diego Della Valle”
Adesso il Pm Narducci dovrà spiegare il perché di queste sue affermazioni, e chiarire se la sua negligenza fu di natura colposa o dolosa. Un velo sempre più torbido avvolge dunque la vicenda che adesso merita chiarezza nel più breve tempo possibile vista la grossolanità delle contraddizioni emerse che non lasciano margini ad interpretazioni di sorta.

mercoledì, 7 aprile, 2010 alle 19:20
cominciano ad aver paura, continuiamo con e-mail, fax, lettere, interventi sui forum, a difendere la juventus e a scoprire la verità. i pinocchi giornalisri e i perdentoni- spreconi, cercano di tacere o minimizzare quello che sta venendo a galla, continuiamo a farci sentire


Where's The Comment Form?

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: