STIPENDI BASSI? COLPA DI SUPERCIUK!

Posted on 29 gennaio 2010. Filed under: economia, politica, società | Tag:, , , , , , |

Superciuk ruba ai poveri per dare ai ricchi, proprio come il nostro sistema di tassazione!

Così come l’anno scorso, anche quest’anno il rapporto Eurispes conferma che in Italia gli stipendi netti (e sottolineo netti, perché è importante) non sono certo tra i più alti, anzi sono tra i più bassi. C’è il solito spazio di critica, presente in tutte le statistiche, circa i parametri presi a base della classifica, ma il dato è significativo. Dunque: lo stipendio medio netto italiano è di 21.374 dollari, grazie al quale siamo in 23° posizione. Avanti a noi una sacco di Paesi Europei, tra cui persino la Grecia, nota per aver falsificato i propri bilanci di fronte all’Unione Europea… il che è tutto dire. A questo punto mi è venuta una domanda spontanea: ma, mi sono detto, se il costo della manodopera in Italia è così basso, quindi così competitivo rispetto a così tanti paesi industrializzati, perché allora nessuno, e sottolineo nessuno, apre fabbriche da noi? perché nessuno, e sottolineo ancora nessuno, apre servizi da noi? Possibili risposte: lavoratori troppo sindacalizzati? non abbiamo (noi italiani) voglia di fare un cazzo? sistema-paese inefficiente? mancanza di sufficienti infrastrutture? mancanza di incentivi e facilitazioni fiscali?

La risposta è, immagino, in quell’aggettivo (netto) che ho evidenziato all’inizio. Tolte le tasse, i nostri stipendi sono da fame. Mi sarebbe piaciuta vedere una classifica che prendesse in esame i redditi lordi. Siamo in un paese dove le classi più elevate di reddito evadono oppure eludono le tasse e tutto il sistema si basa sul facile prelievo, per giunta mensile, dalle buste paga del lavoro dipendente. In altre parole, il ricco fa il ricco a discapito del poveraccio, dalle cui tasche ogni mese preleva quel che serve per mandare avanti la baracca ed usufruire gratis dei servizi. Un Robin Hood invisibile alla rovescia che ruba ai poveri per dare ai ricchi, come il mitico Superciuk di Alan Ford.

Questo spiega d’un colpo perché gli stipendi netti siano così bassi e perché, nel contempo, il costo del lavoro sia così alto al punto da non essere competitivo. E’ evidente che le cose così non possono andare nel migliore dei modi…

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: