LA LIBERTA’ CORRE SUL FILO DEL PORNO

Posted on 21 gennaio 2010. Filed under: economia, internet, politica | Tag:, , , , , , , |

I più autorevoli e disinibiti commentatori di cose che riguardano la rete, sono d’accordo nel sostenere che il vero motore di internet è stato il porno, così come lo è stato a suo tempo per la diffusione dell’home video. Più precisamente, per quanto concerne internet, il porno non sarebbe stato solo il promotore principale della diffusione presso gli utenti (insieme alla applicazione killer per eccellenza, l’email), ma anche il fulcro dello sviluppo tecnologico: sono stati porno i primi siti interattivi, sono stati porno i principali siti orientati alla multimedialità, sono stati porno i primi social network. Ancora: sono stati porno i primi siti che hanno messo in pratica i pagamenti on line; sono stati porno i primi servizi di messaggistica istantanea con tanto di immagini tramite videocamera.
Mi è venuta in mente questa esaltante importanza del porno leggendo la notizia che il vice ministro per lo sviluppo economico Paolo Romani ha emanato un decreto che, anche sulle pay tv, impedisce la messa in onda di film vietati ai minori dalle ore 7 alle ore 23. Per dovere di cronaca preciso che il divieto ai minori ricomprende anche contenuti che contengano scene violente di particolare efferatezza, ma è ovvio che il 99% dei contenuti proibiti riguardano film pornografici. Il mio ragionamento è questo: se il porno è stato così trainante per internet, così come lo è stato a suo tempo per l’home video, possiamo ragionevolmente ritenere che sia un importante veicolo di business per la pay tv? Altra domanda: sarà del tutto casuale che da pochi giorni SKY, la principale antagonista delle reti Mediaset del presidente del Consiglio, ha lanciato una programmazione hard 24 ore su 24, sia pure protetta da una doppia password? La faccenda puzza, sta a vedere che anche questa volta sarà il porno ad erigersi a paladino delle libertà. Questo provvedimento sembra incanalarsi nel thread che ha visto prima l’innalzamento dell’IVA sulle fatture delle pay tv dal 10 al 20%, poi il tetto alla pubblicità che è stato ridotto sensibilmente, mettiamoci pure il canale digitale terrestre Cielo che non aveva ottenuto il visto nei tempi previsti, ed ora questo taglio imposto alla programmazione, sia pure relativo al solo pornazzo… insomma, il sospetto che il tanto reclamato, a torto o a ragione, conflitto di interessi stia giocando il suo ruolo appare più che legittimo. Per inteso, questo decreto, che contiene anche altre norme su cui è possibile discutere, colpisce non solo SKY ma anche altre pay tv che puntavano soprattutto sul porno. Poterlo trasmettere tutto il giorno oppure solo dalle 23 alle 7 del mattino non è proprio la stessa cosa.

INOLTRE… che senso hanno queste disposizioni che, a prima vista, sembrano residui di una antica pruderie? Le webtv sono ormai una realtà così come i siti che trasmettono streaming video anche porno, e lo fanno gratis ventiquattr’ore su ventiquattro. Sta a vedere che, per uniformità di trattamento, una parte della rete andrà oscurata dalle 7 del mattino alle 23 della notte… Inoltre se una tv la si vede solo a pagamento, ed il contenuto è protetto da un codice, non vedo perché una legge debba porre limitazioni al contenuto delle trasmissioni. Inoltre, cari signori, da un bel po’ di tempo esistono sistemi di registrazione dei segnali tv, per cui l’utente che il giorno dopo deve andare a lavorare si può registrare il filmato che più gli piace e vederselo tranquillamente, il giorno dopo, all’ora della tv dei ragazzi. Più ci penso e più sento odore di penalizzazione di concorrenti scomodi, non vedo altre motivazioni razionali. Spesso, a pensare male, ci si azzecca.

Ennesimo pessimo decreto.

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • I’m thinking, please do not disturb!

  • Il mio spazio su Smugmug

  • Immetti il tuo indirizzo di posta elettronica per essere tenuto aggiornato sui nuovi post.

    Segui assieme ad altri 19 follower

  • NO ALLA CENSURA ED ALLE LEGGI SPECIALI PER INTERNET

  • Meta

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: