STORIE DI PRETI ASSASSINI

Posted on 27 dicembre 2009. Filed under: politica, società | Tag:, , , , , |

Per carità, non mi passa neanche per la testa di fare di un’erba un fascio, però ho preso spunto dalla vicenda del prete assassino di Vignola per fare una brevissima ricerca su Google: ho trovato cose agghiaccianti. Come noto il prete in questione era ospitato da anni da una famiglia quando “qualcosa” di non chiaro ha scatenato la sua furia omicida: ha ucciso a coltellate il padrone dell’abitazione in cui era ospitato (bella gratitudine) ed ha ferito seriamente il figlio e la moglie. Ora ha confessato ma ha dichiarato: “L’avrò fatto io, ma non so il perché.” Bellissimo l’uso del futuro, come a dire: “se proprio insistete a dirlo, e va bene, ‘sta colpa me la piglierò io”, e meravigliosa la dimenticanza del movente. Secondo me, oltre che assassino il prete in questione è anche bugiardo, perché io non ci credo che non ricordi nulla, penso piuttosto che voglia evitare di parlare di qualcosa di molto scomodo. Scommettiamo che nei prossimi giorni qualche storiella (storiaccia) legata a quella strana convivenza tra una famiglia ed un prelato salta fuori? E pensare che questo tizio era anche insegnante di religione.
A proposito di insegnanti di religione, suscita interesse la notizia del diacono di Acropoli che, deluso dall’apparato ecclesiastico, ha chiesto su Facebook la riduzione allo stato laicale. Nientre di straordinario, se non il fatto che ciò ha comportato l’immediato licenziamento come INSEGNANTE DI RELIGIONE DELLA SCUOLA STATALE ITALIANA. Già, perché i prof di religione sono nominati in realtà dalla Chiesa e chi dice che l’insegnamento della religione ormai è non altro che una panoramica su tutte le religioni messe a confronto tra loro, o è ignorante o non conosce la verità. Tanto è vero che questo prete, che ha osato criticare l’Autorità Ecclesiastica, è stato immediatamente dichiarato non idoneo all’insegnalento con buona pace di ogni tutela, ogni diritto sindacale, ogni libertà di pensiero, di parola e di religione. In Italia non siamo riusciti a licenziare i magazzinieri ladri dell’aereoporto di Roma, le cui malefatte erano state riprese da una serie di telecamere, mentre assistiamo impassibili a licenziamento di un insegnante di religione colpevole solo di essersi voluto “spretare”. Mi viene in mente il motto di Bartali: l’è tutto sbagliato, l’è tutto da rifare.
Ma torniamo alla mia ricerca di due (2) secondi scarsi su Google. Ecco la storia di un altro prete criminale – che la Chiesa, stando a quanto leggo, ha cercato di proteggere – colpevole solo di genocidio, come quest’altro qua (clicca per il link). Poi, ho trovato anche questa vicenda qua (clicca).
Certo, i preti non sono angeli né demoni, sono come tutti gli altri esseri umani, ci sono quelli bravi e quelli meno bravi, i peccatori ed i meno peccatori, quelli più o meno normali ed i pedofili. Però ormai i casi “anomali” nell’ambito della Chiesa cattolica sono così tanti da farmi pensare che, decisamente, qualcosa non va come sperabile…

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: