Juventus: l’insostenibile leggerezza dell’inesistenza

Posted on 20 dicembre 2009. Filed under: sport | Tag:, , , , , , |

Ennesima debacle della Juve che dimostra come il calcio sia uno sport popolare e semplice solo sulla carta. In realtà allestire una squadra vincente richiede grande preparazione, sintesi di esperienza, conoscenza, capacità, autorevolezza. La squadra bianconera, distrutta da calciopoli ma, ancora di più, dalla incapacità della proprietà di far fronte in modo adeguato al ciclone giudiziario, è governata da ottimi amministratori (notevole il lavoro di Blanc per il nuovo stadio) ma da pessimi conoscitori di calcio. Il progetto sportivo fa acqua da tutte le parti ed i risultati a dir poco negativi sono sotto gli occhi di tutti: gioco inesistente, squadra in difficoltà contro qualsiasi avversario, giocatori sfiduciati e vogliosi di andarsene; capitale umano enormemente svalutato, tutti fanno la figura dei brocchi anche contro avversari modesti (il Catania è ultimo in classifica e abbiamo giocato in casa). Blanc deve fare meno il galletto: è presuntuoso e non vuole ammettere le carenze societarie. Deve tornare dietro una scrivania a fare il contabile e lasciare la gestione sportiva agli uomini di sport: in questo senso il probabile ritorno di Bettega è un’ottima notizia. Secco non ha mai dato, da parte sua, la sensazione di essere un grande del mercato: acquisti fallimentari a peso d’oro fatti senza riuscire ad individuare le reali necessità della squadra, e cessioni improvvide di ottimi giocatori quasi regalati (uno per tutti, Criscito, giubilato solo per aver subito un colpo di Judo da parte di Totti). Ferrara è in evidente stato confusionale ma, cosa ancora più grave, non appare lucido nell’analisi dei problemi e quindi non in grado di imprimere una svolta. A questo punto bisogna avere il coraggio di ammettere il fallimento della conduzione tecnica, intesa nel suo complesso, e correre ai ripari: occorre in primis un allenatore-manager esperto sul modello di quello che vediamo nelle squadre inglesi, affiancato da un Direttore Tecnico o Direttore Sportivo in gamba. Insisto nel dire che, secondo me, i giocatori ci sono, è tutto il resto che manca: gioco, schemi, conduzione tecnica efficace, società completa in tutti gli organici con uomini di valore e provata capacità.

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: